Leggere e creare Il giardino segreto di Frances Hodgson Burnett

Leggere e creare Il giardino segreto di Frances Hodgson Burnett e scoprire, con i protagonisti, “l’incantesimo buono che governa il mondo”. Sì anche creare, fare, costruire. Non è stato il sogno di tutti i bambini che hanno letto questo bel libro? Diventata grande, io l’ho realizzato.

Nella mia casa sarda, una ex-scuola di saldo granito che diventa, a seconda degli inquilini che ospita, colonia, monastero o caserma, c’è un giardino, il mio giardino segreto. Le somiglianze con quello letterario, nonostante il mio sia in pieno paese, per niente isolato e decisamente più piccolo, ci sono ed eccole:

  • Tutti e due sono stati abbandonati per tanto tempo, anche se nel mio, il fatto che girassero i bambini della scuola a qualcosa è servito, alcune piante sono cresciute a caso e piuttosto appiccicate. Mi immagino i bambini, durante la ricreazione, mentre facevano a gara a lanciare noccioli di pesca, ed ecco nascere un pesco, e le mele, ed ecco il melo e forse la maestra ha mostrato loro le ghiande di leccio, e le ha piantate, qualcuna ha germogliato ed ecco il mastodontico leccio e poi rosmarino e salvia.
  • L’altra somiglianza è data dal grande muro che lo circonda e guardate un po’ se, pur essendo in centro paese, le grandi pietre di granito che non lasciano vedere cosa c’è all’interno non vi fanno pensare a Il giardino segreto. Che é quello che ho pensato io, appena vista la casa.
  • E poi le piante. Qui é il regno di tutti i venti, per cui un seme che arriva da lontano fa crescere edere e piante grasse mai viste vicino al plumbago, e il papiro si intreccia agli oleandri, l’ulivo con il corbezzolo e il gelsomino che sembrava morto perché il leccio incombente gli fa troppa ombra, è andato a cercarsi il sole arrampicandosi su un tetto e avvolgendo fin i cavi della luce. Un giardino un po’ selvatico e sempre in creazione da 17 anni.
  • Dimenticavo. In realtà i gatti che decidono di nascere qui dentro e gli uccellini che dimorano sul grande leccio sono i veri proprietari di questo giardino, anche se mi tollerano. Forse mi prendono un po’ per Dickon, uno dei piccoli  protagonisti de Il giardino segreto. Ah, potessi anch’io, come lui, far crescere ogni cosa anche da un mattone, forse finalmente l’hibiscus che ogni anno, da 17 anni, pianto e mi muore anche lui attecchirebbe!!
il muro del giardino

Il muro del giardino segreto

muro da fuori oleandri con leccio e ulivo

oleandri leccio e ulivo fanno capolino

leccio oleandri corbezzolo e ulivo contro muro

il leccio e l’orizzonte

muro con piante

il grande leccio e..una boa assalita da denti di cane

il gelsomino si arrampica

il gelsomino si arrampica scappando dal leccio

gatto Fillo sul muro del giardino

Fillo sul muro. Gatti e uccellini sono i veri proprietari del giardino

Mio figlio, quando era più piccolo diceva “questo giardino l’ha fatto la mia mamma”. É vero, persino l’erba sono riuscita a far crescere, e credeteci nessuno qui ha l’erba, ma per dirvi com’é andata, ogni anno tentavo la semina ma poi dovresti innaffiare tutto il giorno, sai che spreco di acqua, e poi il vento, insomma non attecchiva. Poi un bel giorno arriva la gramigna, infestante, e c’è rimasta, e ogni anno avanza, in inverno si secca e in primavera si apre una strada di verde e la strada pian piano si allarga e alla fine dell’estate ecco tutto il prato coperto di allegra gramigna infestante.
Sì, è vero Gio è stata la mamma a fare il giardino e quell'” incantesimo buono che governa il mondo“, ecco come lo chiamano Mary, Colin e Dickon, i piccoli protagonisti del libro, perché non sanno come chiamarlo in altro modo. Quell’incantesimo buono nascosto dentro tutti i bei libri, quello che la mamma di Dickon e Ben chiamano Divina Provvidenza.

Libri al vento Il giardino segreto

Libri al vento. Il giardino segreto di F.H.Burnett

l'infermiera accorrerebbe

Mary quando mi sveglio la mattina presto e sento gli uccelli che cantano perché sono felici di vivere

quell'icantesimo buono che governa il mondo

Quell’incantesimo buono che governa il mondo

divina provvidenza

ci vuole quella che io chiamo Divina Provvidenza

 

 

 

 

Annunci

Informazioni su mammaoca

raccontastorie, mamma di sei figli. What else?
Questa voce è stata pubblicata in Libri, Profumo di contento e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Leggere e creare Il giardino segreto di Frances Hodgson Burnett

  1. Mile81 ha detto:

    Che meraviglia, bellissimo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...