fiaba

Mammaoca legge e racconta fiabe da quando è nata. Forse un po’ dopo, prima gliela raccontava la nonna davanti al camino. Hanno talmente a che vedere con la realtà! Attraverso la fantasia, attraverso segni e simboli spiegano ai bambini e spesso ai grandi quei misteri della vita cui non si saprebbe dare un nome: amicizia, felicità, tradimento, amore, bene, male, e tutti quei prodigi che, a ben guardare, avvengono di continuo anche nella vita.

La sfida è questa, provate a leggere o a rileggere una fiaba, di quelle che vi raccontavano, quella che vi piaceva di più e provate, mentre la leggete a scrivere del perché, del percome e dei temi di cui parla, segnate le belle frasi, i passaggi più belli, le contrapposizioni che spesso sono presenti. Cercheremo di fare una biblioteca di fiabe, divisa per tematiche. Molte fiabe sono già presenti sul web, ma spesso sono in edizione non integrale con grave danno al senso, al significato ed alla bellezza di parole e frasi. Se vi piacciono cercate di stamparle. O comprate il libro.

Amiamo la realtà più del web.

Alcuni suggerimenti

-La fiaba deve essere integrale, mentre di solito le edizioni per bambini sono riduzioni malfatte.

-Ai bambini sarebbe meglio leggerle o raccontarle rappresentandole, immedesimandosi, con “voci” diverse, vocine da principesse, vocioni da orchi. Ogni mamma lo sa fare per suo figlio.

-Per individuare i temi di una fiaba o in generale di un libro e capire se corrisponde a ciò che desideriamo, e quindi stupirne , e dire “Che bella questa fiaba, che bello questo libro!”, dobbiamo leggere in fondo al nostro cuore, lì dove alloggia ciò che pensiamo sia la cosa più importante e fare un paragone. Il bello è che vale per tutto ciò che facciamo, fiabe, libri, vacanze, gite, frasi, ossia quello che vorremmo proporre attraverso questo sito. Ebbene sì, noi madri lavoriamo sempre.

-Suggerisci anche tu. Una fiaba, di cosa parla, del perché ti piace, o piace a tuo figlio, se ti viene in mente una ricetta, o un gioco, o un quadro, o un lavoretto ad essa collegata. Passaparola

Si fa tutto per i bambini.

7 risposte a fiaba

  1. brunella ha detto:

    Ho letto un libro, per bambini di tutte le età, che va al fondo del cuore e che vorrei consigliare a tutti!
    si intitola “Tu sei speciale” di Max Lucado.

    “Pulcinello rise:-Speciale, io? Perche? Non so camminare veloce. Non so saltare. Mi si stacca la pittura. Perchè dovrebbe importarti di me?- Eli guardò pulcinello, posò le mani sulle sue piccole spalle di legno e parlò lentamente: -Perchè tu sei mio, è per questo che mi importa di te-.

    Nessuno aveva mai guardato pulcinello in quel modo e lui non sapeva cosa dire.

    (…)

    -Ricorda- disse Eli, mentre il Wemminck usciva dalla porta – Tu sei speciale perchè ti ho fatto io. E io non faccio errori-.

    Chi non vorrebbe essere guardato così?!?

    Mi piace

  2. caterina ha detto:

    Perchè solo fiabe?
    mia nonna da piccola invece delle fiabe mi raccontava le storie dei santi e gli aneddoti della sua vita quando viveva in un grande podere e faceva oltre che la contadina la cuoca per tutta la famiglia (23 persone) ed io ne rimanevo affascinata. Molto più affascinata che dalle storie di maghi cattivi, fate buone principesse da salvare, regni incantati ecc, ecc.
    Troppo attaccamento alla realtà? Forse sì ma me ne vanto. O forse semplicemente la realtà è più bella e attraente della fantasia perchè la puoi toccare, la puoi vivere e quello che di straordinario accade nella vita di persone reali posso ragionevolmente sperare che accada anche a me.
    Per i miei figli vedo che è lo stesso. Ho il libro ‘Fares pecat a lamentam’ che narra la storia di Dario e Clementina Nembrini. Mia figlia (4 anni) mi chiede spessissimo di leggerle alcune pagine ed in particolare la ‘presentazione’ dei loro 10 figli. Ora proprio ieri sera prima di addormentarsi mi dice:
    “Mamma, ma quando ti risposi con il babbo?”
    Ed io:
    “Ma la mamma ed il babbo sono già sposati non occorre che ci risposiamo ancora.”
    “Ah! Beh, insomma… quando fate un altro bambino?”
    “Ho capito vuoi un altro fratellino?”
    “No! tanti… un po’ come Gabriele, però anche un po’ femmine… però tanti hai capito”
    “Ho capito. Ne parlo con il babbo e vedremo cosa si può fare.”
    Dopotutto si fa tutto per i bambini.
    Buona giornata e buon lavoro!

    Mi piace

  3. Oriana ha detto:

    Dal libro Heidi:
    – Sai che il buon Dio aveva ragione?
    Il vecchio si fermò di botto a guardarla:
    – Ma che stai dicendo?
    – Ti spiego. A Francoforte, quand’ero disperata, la signora Sesemann mi consigliò di rivolgermi a Dio. Io lo pregai tanto tanto che mi facesse tornare subito a casa, ma lui non mi diede retta, allora mi arrabbiai e non lo pregai più. Poi la signora mi spiegò che avevo fatto male a smettere di pregarlo perchè Dio, che vuole solo il nostro bene, esaudiva chi si raccomandava a lui solo quando riteneva fosse il momento giusto. Infatti, se mi avesse accontentata subito io sarei venuta a casa, sì, ma avrei portato alla nonna solo quanche panino secco, non avrei avuto I soldi per aiutarla e non sarei stata capace di leggerle le poesie a voce alta. Adesso che ho capito come stanno le cose con Dio, stai pur certo che non smetterò mai di pregarlo e di ringraziarlo, e se lui non esaurdirà subito I miei desideri io mi dirò: “Non mi accontenta perchè sta pensando a qualcosa di meglio per me”. E’ molto importante, nonno, continuare a pregare. Perchè Dio non si dimentichi di noi, noi dobbiamo sempre ricordarci di lui.

    Mi piace

  4. Oriana ha detto:

    Ho letto una nuova fiaba di Andersen che mi è piaciuta molto, “L’uomo di neve”. Parla della nostalgia, del desiderio di incontrare ciò per cui si è fatti, di cui si è fatti. Un desiderio che spero di tenere sempre desto in me. Buona serata.

    Mi piace

  5. Oriana ha detto:

    Ho tre bambini e leggendo loro molti libri presi in biblioteca ho sempre notato le brutte trasformazioni subite dalle fiabe e sono sempre felice di potergli leggere qualche vecchia edizione anche delle storie più comuni come cappuccetto rosso. Spesso nei vecchi libri trovo anche fiabe che non pubblicano più.
    Ad esempio tempo fa ho trovato un vecchio libro di fiabe di Andersen sul quale ho letto la fiaba il Lino. Mi è piaciuta tantissimo. Parla delle numerose trasformazioni che subisce il lino, ogni volta pensa sia la fine, ma dalla sofferenza nasce sempre qualcosa di più bello per lui. Finchè il manoscritto con il quale è finita la sua lunga avventura viene bruciato e lui è contento di poter salire fino al cielo.
    Anche in una vecchia edizione di Heidi ho trovato un passo molto bello relativo alla preghiera che non avevo mai sentito.
    Mi piace questo blog. Stamperò le fiabe per leggerle ai miei pupi.

    Mi piace

    • mammaoca ha detto:

      Ti piaceranno sicuramente “Penna e calamaio”, “Lo zar Saltan” e “La principessa e i sette cavalieri”, nonchè “La regina delle nevi”. Grazie

      Mi piace

      • Oriana ha detto:

        Anche “La Margheritina” di Andersen è molto bella. L’ho letta la prima volta durante la “vicenda” di Eluana e non so spiegare perchè ma me l’ha ricordata molto. Buon lavoro.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...