I due fiammiferi, una favola di R.L.Stevenson.

I due fiammiferi, di Robert Louis Stevenson, The two matches per chi vuole cimentarsi nella lettura originale ad esempio qui è la numero 3, è una favola contenuta nel libro Le favole, Passigli Editori. Breve e bellissima storia, adatta sia a grandi che a bambini, ruota intorno a questa osservazione da avere sempre ben presente:

Che mondo tutto appeso a questo istante!

Considerando poi che uno dei miei figli, anzi direi due, ragiona tale quale al protagonista che segue, è diventata una delle mie favole preferite!! Che roba questo Stevenson, sempre pronto a ridonarci la realtà e l’istante!!

I due fiammiferi di R.L.Stevenson

Un giorno, durante la stagione secca, un viaggiatore si trovava nei boschi della California, mentre gli alisei soffiavano forte. Aveva viaggiato a lungo, era stanco e affamato, e allora smontò da cavallo per fumarsi una pipa. Ma quando si mise la mano in tasca trovò soltanto due fiammiferi. Sfregò il primo e non si accese.

Guarda che bella situazione!” disse il viaggiatore. “Morire dalla voglia di fumare; solo un fiammifero rimasto; e con quello non riuscire di sicuro ad accendere il fuoco! E’ mai esistita creatura più sfortunata? Eppure”, pensò il viaggiatore, “supponiamo che io accenda questo fiammifero, che fumi la mia pipa, e vuoti la cenere qui sull’erba – l’erba potrebbe prendere fuoco, visto che è secca come uno stoppino; e mentre io cerco di spegnere le fiamme davanti a me, queste potrebbero sfuggirmi e corrermi dietro, e propagarsi fino a quella macchia piena di ortiche laggiù; prima che io possa raggiungerla, quella avrà preso fuoco; e oltre la macchia vedo un pino coperto di muschio; anche quello prenderebbe fuoco all’istante fino in cima al ramo più alto; e la fiamma di quell’alta torcia, come verrebbe presa e brandita dal vento aliseo attraverso l’intera foresta! Sento già questa piccola valle mugghiare insieme alla voce del vento e del fuoco, mi vedo fuggir via al galoppo per mettere in salvo la mia anima, e il rapido incendio che mi dà la caccia e mi circonda sulle colline; vedo questa foresta amena bruciare per giorni e giorni, e il bestiame carbonizzato, le fonti prosciugate, e il contadino rovinato, e i suoi figli dispersi per il mondo. Che mondo tutto appeso a questo istante!»

Così dicendo sfregò il fiammifero, che non si accese.

«Grazie a Dio!», disse il viaggiatore, e si rimise la pipa in tasca.

I due fiammiferi di R.L.Stevenson, illustrazione di E.R.Herman

Pubblicato in Fiaba | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

26 Maggio, festa dell’apparizione della Madonna di Caravaggio. La bella storia da raccontare ai bambini

26 Maggio, festa dell’apparizione della Madonna di Caravaggio. La bella storia da raccontare ai bambini

Santuario Caravaggio blog

Il Santuario Santa Maria del Fonte a Caravaggio ci appare di lontano nella pianura

26 Maggio 2017, oggi è festa dell’apparizione della Madonna di Caravaggio a Giannetta, una donna qualsiasi, una di noi, con i problemi che potrebbe avere una di noi, magari non il marito ubriacone, ma altri. Come noi anche nella fretta di fare, fare, fare… vi immaginate, ti appare la Madonna e le dici “Signora adesso non ho tempo, devo andare, ho da fare..”, sì io me la immagino, mi ci posso immedesimare, come nell’altra cosa che Le dice quella Giannetta, che Le diremmo anche noi, “la gente non mi crederà”, eppure da quel lontano 26 maggio 1432, ore 17, quante grazie e incontri e cambiamenti e miracoli e

“bellezza indicibile e non mai immaginata”.

Continua a leggere

Pubblicato in Frasi per pensare, Ho scritto una storia, Profumo di contento, Quasi il Paradiso | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Un’immagine dai bastioni della Cittadella di H.C.Andersen. Bellezza salvifica a Copenaghen

Un’immagine dai bastioni della Cittadella, di H.C.Andersen. La descrizione del Kastellet di Copenaghen con la penna di Andersen diventa un inno alla bellezza che salva il mondo. Indicato, più di altre cose, per promuovere la città danese.

Non posso credere di non aver ancora inserito nel blog questo racconto di Andersen che è uno dei miei preferiti e che dimostra in maniera definitiva che le fiabe non sono solo per bambini. Dice bene A. Marciano, in Andersen, Verne e Barrie: una lettura pedagogica, “Si prenda il magnifico raccontino Un’immagine dai bastioni della Cittadella, e si provi a catalogarlo come fiaba. Non c’è un solo elemento o oggetto non realistico. Eppure è un racconto fantastico, pieno di magia intensissimo.” Continua a leggere

Pubblicato in Fiaba, Frasi per pensare | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Alla scoperta di Roald Dahl e dei suoi bambini prodigiosi. Venerdì 12 maggio

Nel caso foste da queste nordiche parti, venerdì 12 maggio ore 21, faccio una lezione “animata” su Roald Dahl, i suoi bambini, i suoi libri, i misteri e la meraviglia, la sua proverbiale cattiveria, pare fosse una “carogna” che però poteva sentire tutti “i secreti mormorii dell’universo”, e proveremo a scoprire qualcuno dei suoi grandi segreti nascosti.

E soprattutto osservate con occhi sfavillanti tutto il mondo intorno a voi, perché i più grandi segreti sono sempre nascosti dove meno ve li aspettate. Solo chi non crede nei prodigi non li scoprirà mai.

da Minipin di Roald Dahl

Continua a leggere

Pubblicato in Frasi per pensare, Libri | Contrassegnato , , , , | 2 commenti

La Sardegna tra colori di primavera e… il Giro d’Italia. #Giro100. Fotostoria

La Sardegna tra colori di primavera che esplodono di luce e… il Giro d’Italia. #Giro100. Cosa cambia? Quale bellissimo colore si aggiunge a quelli che già illuminano gli occhi e allargano il cuore? Seguite la fotostoria

Sapete che tra una fiaba e un libro per bambini, si aggiunge il … e poco altro, che altro non è se non il mio parlare della Sardegna, mia terra di adozione (così come il mio gatto sardo ha adottato me, io ho adottato la sua terra) e di come risparmiare per raggiungerla. Oggi vi voglio parlare dei suoi colori in primavera, quest’anno sono riuscita a rimanerci per ben venti giorni, anche se purtroppo non vedrò sfrecciare i ciclisti del Giro d’Italia, (che passano proprio sotto casa mia dopo 10 anni di assenza, e c’è anche il Premio della Montagna!!), Continua a leggere

Pubblicato in Quasi il Paradiso, Sì Viaggiare, Vacanze con i bambini...per i bambini | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Libretti fai da te come bomboniera per Comunione e Cresima. “Vassilissa la Bella”, di A.Afanasjev

Libretti fai da te come bomboniera per Comunione e Cresima. Come promesso ecco la versione “femminile”, “Vassilissa la Bella” che, come l’altra fiaba è stata scritta dallo scrittore russo A. Afanasjev. Qui il pdf

La tradizione favolistica russa mi è sempre sembrata adatta a momenti importanti della vita, e queste due fiabe, quella di Vassilissa che, se volete leggere trovate qui, e quella del principe Ivan che trovate qui, sono proprio adatte perché hanno come protagonisti due giovanissimi che hanno scelte da fare, strade da percorrere, affrontano la vita con paura vinta dal coraggio, tra sbagli e pentimenti, e hanno sempre qualcuno che li aiuta. Anche se non è molto di moda dirlo oggi, perché la parola ha perso significato e questa in particolare è distorta completamente, Vassilissa e Ivan sono buoni, intelligentemente buoni, per questo sono benedetti dal Cielo. Continua a leggere

Pubblicato in DIY libretti fai da te, Frasi per pensare, Libri | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

23 Aprile, San Giorgio. Giornata mondiale del libro. Perché si celebra oggi la festa catalana del libro e della rosa?

23 Aprile, San Giorgio. Perché si celebrano proprio in questo giorni la giornata mondiale del libro e del diritto d’autore e nei paesi catalani si celebra la “Festa del libro e della rosa”?

Continua a leggere

Pubblicato in Frasi per pensare, Leggende | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Libretti fai da te come bomboniera per Comunione o Cresima. La “Favola del principe Ivan”, di A.Afanasjev

Favola del principe Ivan, dell’uccello di fuoco e del lupo grigio, di Aleksandr N. Afanasjev è il primo dei due libretti che proponiamo come bomboniera per Comunione e Cresima. Ed è sempre graficamente studiato e costruito da Raffaella. Qui il pdf da stampare

La versione “maschile”, diciamo così. La versione “femminile” sarà il libretto di Vassilissa la Bella, anche se qualcuna delle mie amiche ha usato il libretto de La Bella e la Bestia e qualcuna si fa fare dalla sottoscritta libretti con entrambe le fiabe. Continua a leggere

Pubblicato in Frasi per pensare, Libri | Contrassegnato , , , , , , , , , | 1 commento

Vassilissa la Bella, di Aleksandr N.Afanasjev

Vassilissa la Bella, di Aleksandr N.Afanasjev. Meraviglie e prodigi grandi, domande e risposte attese, paura e un aiuto inaspettato, una tra le più famose fiabe russe per rincuorare e infondere coraggio. 

  • Avere una matrigna e due sorellastre che ti maltrattano è un classico nelle fiabe di tutti i tempi, (nonché il pensiero che ogni bambina prima o poi avrà nei confronti di madre e sorelle), ma sapere che si può sempre contare su un aiuto e una protezione dal cielo, ecco, questo fa la differenza. In questa fiaba è una bambola la protezione materna e divina per Vassilissa; la aiuta, le dà coraggio per arrivare dalla baba-yaga, la cattiva strega russa, nella sua casa del bosco fatta di ossa umane. E che gioia sapere che nulla può una malvagia strega contro una ragazza buona e benedetta! 

Continua a leggere

Pubblicato in Fiaba | Contrassegnato , , , , | 1 commento

Tempo di Pasqua. Un libro per respirare resurrezione e speranza. L’uomo che piantava gli alberi di Jean Giono.

Tempo di Pasqua. Un libro per respirare resurrezione e speranza. L’uomo che piantava gli alberi di Jean Giono. Semplicemente uno dei miei libri imprescindibili.

Uno di quei libri che sfuggono dalle mani dell’autore, che ne avrebbe voluto fare un racconto “per rendere piacevole piantare gli alberi”, per diventare un inno alla creatività umana, al tempo che matura e fa crescere, alla speranza, alla rinascita, alla responsabilità di ogni uomo, ogni singolo uomo, di fronte al mondo. Resurrezione la chiama l’autore, appropriatamente richiamando il cuore del cristianesimo, perché con quale altro termine potremmo chiamare il passaggio dalla morte di ogni cosa, persino della speranza, alla rinascita di ogni cosa, di alberi e senso, persino della speranza, se non resurrezione? Continua a leggere

Pubblicato in Io leggo le figure, Libri | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 4 commenti