Il pallido gambo del Dente di Leone, di Emily Dickinson. Il fiore che stupisce l’erba

La seconda poesia promessa sul Tarassaco. Il pallido gambo del Dente di Leone, poesia numero 1519 di Emily Dickinson, che mai le titolò.

L’esplosione dei bei fiori gialli che sembrano dei “Soli”, proclama l’annuncio sgargiante della fine dell’inverno, meglio, come suggestivamente scritto dall’autrice, della fine “della sepoltura”.

… stupisce l’erba

The Dandelion’s pallid tube
1519

The Dandelion’s pallid tube
Astonishes the Grass,
And Winter instantly becomes
An infinite Alas—

The tube uplifts a signal Bud
And then a shouting Flower,—
The Proclamation of the Suns
That sepulture is o’er.

Il pallido gambo del Dente di Leone
stupisce l’Erba
e l’Inverno d’un tratto diventa
un infinito Ahimè –

sul gambo si leva un’inusitata Gemma
e poi un Fiore sgargiante, –
sono i Soli che danno l’annuncio
che la sepoltura è finita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.