Le fiabe dei giorni sospesi. La Regina delle Nevi. Seconda storia

LE FIABE DEI GIORNI SOSPESI. LA REGINA DELLE NEVI, di Hans Christian Andersen.
Letta e interpretata da Andrea Carabelli.

FIABA IN SETTE STORIE
SECONDA STORIA. UN BAMBINO E UNA BAMBINA

Un bambino e una bambina, sì poi sapremo che si chiamano Kay e Gerda,  ma in loro due Andersen vuol parlare di tutti i bambini del mondo. Subito conosciamo il loro mondo, che non è la grande città dove vivono, ma quelle due soffitte che confinavano e su cui loro hanno costruito il loro giardino e il loro mondo di bambini. Sappiamo che ci sono dei genitori, ma il personaggio adulto che li accompagna è la nonna di Gerda, colei che racconta le storie, che insegna le preghiere, e che fa percepire loro il senso e la verità della vita. Che bella la vita per quei bambini!
Ma improvvisamente qualcosa, in questa vita felice, irrompe nemico. Un granello di quel terribile specchio entra nell’occhio e nel cuore di Kay, e lui diventa cattivo, dispettoso, e, soprattutto, quando la Regina delle nevi, gelida e dal cuore di ghiaccio, lo porta via, si dimentica di tutto, della nonna e delle preghiere che gli ha insegnato, (“Kay era spaventatissimo, voleva recitare il Padre Nostro, ma riusciva solo a ricordare la tavola pitagorica.”), e si dimentica dell’amica di sempre Gerda. La dimenticanza.
Durata: 12 minuti circa

Utile

Rakham copia 2
Un bambini e una bambina. Illustrazione di Arthur Rackham

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.