#adaltavoce. Capitolo 13. Sono Colin

IL GIARDINO SEGRETO, DI FRANCES HODGSON BURNETT #ADALTAVOCE.
LEGGE MARIAROSA GRIECO
Lettura accompagnata da bellissime illustrazioni
leggere #adaltavoce rinnova sempre il mistero contenuto nelle belle storie.

I segreti e le sorprese continuano anche in questo capitolo: abbiamo appena conosciuto Mr Craven chiuso nel suo dolore, ed ecco che Mary scopre che a Misseltwhaite vive, nascosto in una delle più di cento stanze, il figlio, Colin, suo cugino, un bambino della sua stessa età, dieci anni. Nascosto agli occhi di tutti da quando è nato, perché sempre malaticcio, e perché Mr Craven non vuole vederlo, gli ricorda troppo la moglie morta proprio nell’anno della sua nascita.
Ecco un pezzo del dialogo notturno fra questi due bambini, che si incontrano per la prima volta..

“Che strana casa, le stanze sono chiuse, i giardini sono chiusi e anche tu sei chiuso qui dentro”

“Mio padre mi odia perché quando sono nato mia madre è morta… odia il giardino perché gliela ricorda”

“Qui tutti devono fare quello che voglio io, perché se mi arrabbio poi mi sento male… nessuno crede che vivrò abbastanza per diventare adulto”.

Mary non si era mai resa bene conto di essere stata una bambina viziata, ma ora capiva con estrema chiarezza che quel misterioso ragazzo lo era. Pensava sul serio che il mondo intero gli appartenesse. Com’era stano, e con quanta freddezza parlava di morire.
“Davvero sei convinto che non vivrai?”, gli chiese, …
“Non credo che vivrò, …, l’ho sempre sentito dire da tutti. Prima pensavano che fossi troppo piccolo per capire, e ora pensano che non li senta. E invece li sento benissimo…
“Ma tu vuoi vivere?” chiese Mary. “No”, rispose lui con voce rauca e stanca, “ma non voglio nemmeno morire.  Quando sto male, resto sdraiato qui e ci penso finché piango senza riuscire a smettere.”

La Hodgson introduce un altro personaggio che avrebbe tutte le ragioni per essere arrabbiato con la vita, e infatti lo è. Non vi fa un po’ pena Colin? Ma non vi preoccupate, come con Mary, appena lo conoscerete un po’, non lo commisererete più!!!
Come Mary è stato abbandonato a se stesso e ai propri capricci, come Mary non ha mai avuto una famiglia che lo amasse. Il contrasto tra la vita di questi due cugini e quella di Dickon si mostra fortemente proprio in questo aspetto familiare.
Ma …, certo che c’è un ma, per fortuna nostra e delle letture che rafforzano il senso della realtà e la speranza nella vita, la strada di ognuno non è decisa dalle, chiamiamole premesse, c’è tanto altro, e la vita prende sempre strade imprevedibili, segnate da incontri e fatti spesso inspiegabili, magie le chiameranno tra breve questi bambini che si sono incontrati sulla strada della vita e il giardino diventa sempre più un personaggio a tutti gli effetti.
Ma che rimanga un segreto, … tra Mary, Colin, Dickon, il pettirosso e … milioni di lettori.

Trovate qui su youtube la lettura del capitolo 13 Sono Colin

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.